domenica 28 maggio 2017

INSALATA ORIENTALE

Questa ricetta mi fa tornare indietro nel tempo a quando ero ragazzina e vivevo in Senegal.
Gli ingredienti possono variare, ma sono fondamentali le carote grattugiate e i vermicelli di riso o di soia se li usate, ma vanno benissimo anche quelli di konjac.

Meglio prepararla in anticipo, sarà solo migliore e meglio farne tanta perché oltre ad essere molto gradevole, tende a diminuire con la marinatura:



INGREDIENTI per una terrina grande

- Un bel pugno di germogli di fagioli mugo crudi o leggermente scottati (noti come germogli di soia ma non è soia)
- circa 120 gr do vermicelli di riso o di soia o di konjac pesati a secco 
- 2 belle carote grattugiate
- 1 spicchio di cavolo verza affettato finemente (meno di 1/4 di cavolo) in alternativa un cavolo cinese
- 1 cipolla rossa piccola o un pezzo di porro di circa 6-7 cm affettata finemente
- funghi cinesi in scatola affettati e fatti a listarelle (facoltativi io non li avevo e non li ho messi)
- proteine a scelta tra: gamberetti, petto di pollo grigliato, prosciutto o surimi, o anche un avanzo di bollito affettati sottilmete e ridotti a bastoncini in dose a piacere, indicativamente 2 fettine di petto di pollo cotto e tagliato a listarelle sottili.



Come si sarà capito dagli ingredienti dobbiamo avere tutto affettato a juliennes

Per la salsa di condimento:

Occorre una dose abbondante di salsa per marinare bene le verdure

- Salsa di pesce Nuoc mam: circa 80 ml (si trova nei negozi di cibi etnici, in alternativa colatura di alici)
- Salsa di soia senza glutine possibilmente: 60 ml
- il succo di 1 limone grande
- Olio di oliva leggero: 4 o 5 cucchiai indicativamente
- Semi di sesamo: un paio di cucchiaiate
- Aceto di mele: 4 – 5 cucchiai
- 1 peperoncino thai senza i semi e affettato sottilmente
- 1 cucchiaio di senape di digione
- 1 cucchiaio raso di zucchero di canna integrale o di zucchero di cocco (facoltativo)





Attrezzatura:

Una mandolina e una grattugia a fori grandi o l’apposito attrezzo per grattugiare le carote

Procedimento:

Mettere i vermicelli di riso in una terrina coperti di acqua bollente e lasciarli ammorbidire.(lo stesso per i vermicelli di soia, se usate quelli di konjac in genere sono già pronti, occorre solo scolarti e risciacquarli bene)
Intanto affettare sottilmente il cavolo verza, grattugiare le carote, affettare sottilmente la cipolla o il porro, fare a listarelle le proteine scelte.




In una ciotola capiente, mettere tutte le verdure, unire le proteine scelte e aggiungere i vermicelli ben scolati e tagliati a pezzetti di circa 2 – 3 cm di lunghezza con una forbice. (Basterà una volta scolata l’acqua, semplicemente dargli diversi tagli direttamente nella terrina, serve solo per non avere pezzi troppo lunghi) Non occorre cuocere i vermicelli ulteriormente.

Per la salsa:

Mettere un una ciotola tutti gli ingredienti della salsa, avendo cura di eliminare i semi del peperoncino thai, in modo da renderlo meno piccante. Mescolare accuratamente, regolare eventualmente di sale, in genere la salsa di pesce nuoc mam è abbastanza salata quindi potrebbe essere sufficiente così.

Versare la salsa sopra le verdure , mescolare e lasciar riposare il tutto almeno un paio di ore, ma anche tutta la notte va benissimo.

Nota: come ho detto questa insalata è molto versatile, ma ha la caratteristica di esere piacevolmente croccantina, quindi si potrebbero usare anche delle alghe, i funghi cinesi sono perfetti e scuriranno parecchio il composto, ma va benissimo.

Questa insalata si conserva bene almeno un paio di gg in un barattolo ben chiuso in frigorifero





Nessun commento: