martedì 17 maggio 2011

Come combatto le etichette sui barattoli

Visto che, in funzione delle stagioni, preparo varie conserve e cosmetici fatti in casa, riciclo moltissimi contenitori in vetro e sovente mi ritrovo a combattere contro le etichette incollate in modo praticamente permanente sui barattoli.

Ieri mentre staccavo l'ennesima etichetta mi è venuto in mente che avrei potuto parlarvi di come riesco praticamente sempre a risolvere il problema.

Nel tempo ho sperimentato diverse tecniche, naturalmente ci sono barattoli che basta lasciare in ammollo per un po' e l'etichetta viene via da sola, ma ce ne sono altri che malgrado l'ammollo in acqua bollente sono assolutamente recalcitranti. In questi casi ci sono un paio di tecniche che funzionano piuttosto bene:

Prima di tutto occorre liberarsi della carta appiccicata, per fare questo uso il solito ammollo in acqua calda e una volta ammorbidita la carta, la gratto via con la lama di un coltello o con una paglietta di quelle metalliche arricciate che non arruginiscono e che si usano per strofinare le pentole. Una volta liberi dalla carta, ci rimane una colla apppiccicosa, praticamente impossibile da togliere.

Dopo varie prove, ho scoperto che il sistema migliore è quello di ricorrere sempre alla solita paglietta di metallo, però intrisa di detergente per i piatti concentrato e senza acqua, strofinando in questo modo, man mano che con la paglietta andrà a spostare la colla (questo tipo di colle ha proprio il pregio di spostarsi ma di non mollare) il sapone concentrato impedirà alla colla di aderire nuovamente, quindi con un po' di olio di gomito, si riesce ad eliminare praticamente tutta la colla. Un rapido risciacquo, una verifica del risultato, eventualmente un'altra passata e il gioco è fatto. In rarissimi casi può succedere che si debba ricorrere all'acetone per le unghie per togliere alcune piccole macchiette residue, ma è veramente raro, e comunque in questi casi prima dell'acetone ricorro ad una goccia di olio, che impedisce anche lui alla colla di riappiccicarsi.
Strofino con un pezzo di carta da cucina e il gioco e fatto.

Comunque non arrivo praticamente mai all'olio e all'acetone, la paglietta metallica con il detersivo per i piatti (non diluito) funziona alla grande.

Invece per pulire le bottiglie dell'olio in modo veloce, il sistema più veloce (anche se poco ecologico) è quello di bassare prima sotto il rubinetto dell'acqua calda la bottiglia, l'olio si stacca e galleggiando tende ad uscire man mano che l'acqua trabocca, poi scolo la bottiglia e spruzzo all'interno uno sgrassatore tipo il Ch****clair facendo attenzione a far colare il prodotto sulle pareti della bottiglia. Giro un po', eventualmente passo uno scovolo (ma non serve quasi mai) e risciacquo molto bene, di nuovo facendo traboccare la bottiglia per un po' e poi la svuoto rapidamente rigirando la bottiglia e dando a retro un rapido movimento rotatorio, in questo modo l'acqua all'interno prende a fare un vortice molto forte e si pota via più facilmente i residui di schiuma. Provare per credere.

Ripeto non è il massimo per l'ecologia, ma la bottiglia diventa pulitissima.

Io cerco di usare pochi detergenti di origine chimica, uso aceto, bicarbonato, mi faccio la polvere abrasiva per detergere e sgrassare le superfici, ma in certi casi un po' di Ch***clair mi risolve.



7 commenti:

Anonimo ha detto...

Per la colla che resta sul vetro dopo aver tolto l'etichetta io lascio asciugare, poi alcune gocce d'olio d'oliva,o di semi, spalmo ,lascio agire un pò,poi vai con la paglietta. Lina

marinella ha detto...

Grazie Lina, infatti anch'io uso l'olio quando l'area è limitata, ma se c'è molta colla, ho trovato che con il sapone liquido e la paglietta il risultato era migliore. Grazie di essere passata, a presto

Gata da Plar - Mony ha detto...

GRANDE!!!!! ^___^
Sapessi quanti barattoli di vetro che avrei potuto riutilizzare per le marmellate ho buttato, proprio perchè non riuscivo a tirare via quella dannatissima colla... :*(
Un bacione mia Musa Illuminatrice!

marinella ha detto...

Provaci Monia, vedrai che funziona, io ho trovato pochissime colle che resistono a questo tipo di trattamento e solitamente sono incollate su barattoli in plastica che si fatica a strofinare con la pagletta. Baci

Chef M ha detto...

Ciao! Ho un premio per te sul mio blog! :-) http://creaegusta.blogspot.com/2011/05/un-premio-per-qualche-blog.html

Anonimo ha detto...

Prendo da te tanti suggerimenti, per cui sento di ricambiare. Lavo le bottiglie sporche di olio con poche gocce di detersivo per i piatti, ma le riempo di carta igienica, le smuovo un poco e poi con acqua calda lascio uscire il tutto ed è fatto,a volte ripeto l'operazione.Pia

marinella ha detto...

Grazie Pia, conosco anche questo sistema, infatti l'ho anche pubblicato tempo fa, in quanto è il sistema usato dalla mia amica L. Infatti funziona bene, ma io sono un'impaziente e mi scoccio ad aspettare, quindi prendo la scorciatoa. Ho anche provato con successo la lavastoviglie, ma non sempre ho lo spazio giusto per metterci la bottiglia. Grazie di essere passata, un abbraccio.