sabato 14 febbraio 2009

Una settimana disintossicante- la zuppa di cavolo

Questo suggerimento dietetico non è previsto per un regime dimagrante da proseguire nel tempo, è mirato alla depurazione e ad aiutare a perdere un po' di peso aiutando chi lo segue a prendere coscienza dei propri errori alimentari.

Questo programma deve durare una settimana, è stato creato da medici per far dimagrire pazienti affetti da obesità e problemi cardiovascolari in previsione di interventi chirurgici. Oltre alla riduzione del peso corporeo è una buona cura disintossicante.

Ecco come si svolge la cura della zuppa di cavolo: si deve consumare al meno una tazza di zuppa ad ogni pasto oltre agli alimenti previsti per quella giornata.

Per quanto riguarda le bevande, acqua naturalmente, ma anche te verde, poco caffè e infusi di piante drenanti, senza zucchero naturalmente. Niente bevande gassate o alcoliche, se consumate succhi di frutta devono essere spremuti di fresco e senza zucchero aggiunto. E opportuno prevedere anche una merenda leggera in accordo con il programma: un frutto, o 2 pomodori, o un mezzo peperone crudo.

Primo giorno:

Zuppa di cavolo accompagnata solamente da frutta, sono esclusi le banane, l'anguria, il melone, l'avocado e la frutta secca.

Secondo giorno:

Zuppa accompagnata da verdure, sono esclusi i legumi (compresi piselli e fagiolini), il mais, e la frutta. In compenso si possono mangiare tutte le altre verdure sia crude che cotte con del pomodoro, evitando tutti i grassi.

La sera una patata bollita o al forno (unica e sola di tutta la settimana)

Terzo giorno

Zuppa accompagnata da frutta e verdura a volonta, con le stesse eccezioni già citate, dovreste aver già perso un po' di peso.

Quarto giorno

Zuppa con 3 banane distribuite nel corso della giornata con del latte scremato, yogurt o formaggio fresco scremato, preferibilmente di pecora o di capra bio.

Quinto giorno

Molta zuppa con carne di manzo, pesce magro, pollo, alla griglia e senza grassi, si possono sostituire queste fonti proteiche con del tofu se gradito, ma niente uova. Mangiare verdura verde e aggiungete molti pomodori freschi per esempio durante la mattinata e per merenda oltre che ai pasti.

Sesto giorno

Di nuovo molta zuppa e proteine come per il giorno precedente, ma accompagnato da sole verdure verdi.

Settimo giorno

Zuppa con riso integrale, senza grassi aggiunti, ma con erbe e spezie. Consumare molta verdura e frutta, masticare il riso a lungo.

Nel corso di questa settimana si saranno consumate almeno 4 tazze di zuppa al giorno, ma se ne possono prendere anche 6 o più. In quanto è la zuppa ad indurre il processo di perdita di peso.

Questo regime avvia la detossificazione dell'organismo e aiuta a ridurre la cellulite, questo grazie al sedano alla cipolla e al cavolo. Il cavolo regola il metabolismo degli zuccheri e dei grassi, l'abbondanza di vegetali fa fondere il grasso, ogni volta che si mangia il corpo usa delle energie per digerire ecco perché è opportuno consumare una merenda sia al mattino che al pomeriggio.

Questo regime alimentare non essendo equilibrato non va seguito per più di una settimana, ma, assumono delle capsule di acidi grassi essenziali (meglio se olio di borragine) nelle giornate in cui si consumano le proteine (5° e 6° giorno) accompagnati da vitamina E, questo tipo di regime potrà essere ripetuto con un intervallo di almeno una settimana di alimentazione sana ed equilibrata.

Ecco ora la ricetta base della zuppa

La proporzione che deve essere rispettata tassativamente è quella del rapporto tra cavolo e cipolla che deve essere di 6 cipolle grosse per un bel cavolo verde o rosso (questione di gusto)

Quindi:

6 grosse cipolle, 1 bel cavolo, 2 peperoni, 1 sedano, alcuni dicono che si possono anche aggiungere 2 carote e 1 patata per scongiurare carenze di zuccheri complessi, tuttavia occorre considerare che questa integrazione comporta un considerevole aumento del tasso glicemico rallentando la perdita di peso.
Pulite, lavate e tagliate tutte le verdure a dadini, aggiungere 2 scatole di pomodori pelati o meglio lo stesso valore di pomodori freschi se in stagione. Coprire con 3 litri di acqua, aggiungere a piacere aglio, prezzemolo, spezie, per esempio noce moscata, cumino, curry ecc.. eventualmente del dado vegetale ma niente grassi. Salare direttamente nella tazza.

Far cuocere a bassa temperatura, (senza superare i 100 gradi), in una pentola per cottura sana, per 30 - 45 minuti. L'acqua diminuirà.

In principio andrebbe consumata a pezzi masticando bene, ma nulla vieta di frullarla per variare.
Naturalmente prima di intraprendere una qualsiasi dieta è meglio consultare il proprio medico curante.

25 commenti:

paola ha detto...

Questa tua ricetta arriva a propositio...
Ciao e buona settimana
Paola

Tar e Tifla ha detto...

Da noi si fa una zuppa con POCO cavolo, brodo di carne, pane, burro e MOLTA Fontina, va bene uguale se mangio quella tutti i giorni?

Gunther ha detto...

immaginavo che come "streghetta" ne sapessi una più del diavolo :-)), hai fatto bene a dire non bisogna esagerare ogni tanto va bene

marinella ha detto...

Buona settimana a te Paola, io l'ho iniziata con la zuppa.

Allora Tar e Tifla, non cominciamo a barare, la vostra sarà certamente molto più saporita, ma non fa lo stesso servizio.

Gunther, come sempre occorre avere misura, ma visto che la mia di misura è decisamente extra large occorre correre ai ripari, e poi tanta verdura è sicuramente depurativa e facendo degli intervalli dovrebbe essere una buona curetta. Ciao

Caralulù ha detto...

ciao Marinella anche io quando mi devo disintossicare faccio una specie di minestrone con verza peperoni ecc, qualche giorno la posterò devo andare a rivedere la ricetta. Ti volevo chiedere che cavolo ci va? nel senso di che tipo di cavolo usi? verza, broccolo, cappuccio,così me ne faccio un bel pentolone...anzi un calderone! bacioni Lulù

ziamaina ha detto...

Auguri a Sibelius e buona giornata mondiale del gatto a tutti i catofili che zampettano da queste parti =^_^=

marinella ha detto...

Grazie ZiaMaina da parte mia e di Sibelius che in questi giorni è rauco e raffreddato, oltre che essere pieno di nodi, a fine inverno si riempie di nodi infeltriti ed è un vero disastro.

marinella ha detto...

Lulù, la ricetta prevede cavolo verza sul genere di quello della foto all'inizio del post, sostituibile con il cavolo rosso.
Ho sentito anche di chi varia i tipi di cavolo passando dai broccoli al cavolfiore o al romano, ma la mia ricetta prevede solo verza, e anche tanta, con queste dosi si fa una pentolona gigantesca (oddio meglio così non si è costretti a rifarla tutti i giorni)Oltretutto il cavolo cotto con le altre verdure puzza molto di meno. Baci e buona cura io sono già all'opera.

adamus ha detto...

Troppo interessante questo Tuo post, mi faccio un bel copia incolla e Ti ringrazio! buona giornata

Mammazan ha detto...

Questa zuppa è cos' gustosa e ottima da mangiare anche quando non si ha bisogno di mettersi a dieta!!
E complimenti anche per tutte le deliziose creazioni realizzate dalle tue manine d'oro!!

Luca and Sabrina ha detto...

Splendida questa zuppa di cavolo, non l'abbiamo mai assaggiata, ma ci hai invogliati. Non avremmo neppure pensato di aggiungere anche i peperoni, sono due sapori che non abbiamo mai legato. Davvero interessante. La patata è un must.
Un abbraccio da Sabrina&Luca

marinella ha detto...

Luca e Sabrina, per depurare e per aiutare la dieta, niente patata.
Comunque con queste dosi oltre a verir fuori una quantità considerevole di minestrone, Vi assicuro che è parecchio densa, se poi la passi risulta quasi un puré leggero. Fa fare anche molta plin plin. e se si resiste tutta la settimana si può anche contare su 2 3 kg di riduzione, chiaro che la settimana successiva occorre essere bravi e stabilizzare. Ciao

Tar e Tifla ha detto...

sono perduto!
Katy ha comprato mezza dozzina di cavoli (forse erano meno ma sembrano migliaia :-) aiutooooo!

cielomiomarito ha detto...

Bisognerebbe esser da soli e allora magari (e sottolineo il magari) si riuscirebbe a farla, questa cura... Ma se si deve cucinare per altri no, diventa una tortura :) però a salvo eh...che si sa mai che riesca a spedire il coinquilino dalla mamma per una settimana :)

Ernestina ha detto...

Ciao Marinella, grazie per i consigli che metti a disposizione di tutti! Io ho fatto la zuppa, l'ho frullata col minipiner, è venuto un passato di verdura gustoso. Come fare per conservarla per più giorni, la metto nel freezer?

marinella ha detto...

Erne, io la conservo in frigorifero, ne sto proprio ripreparando un'altra pentolata. Comunque si può congelare tranquillamente. Sono riuscita a conivolgere anche il pargolo che ha anche lui bisogno di perdere peso e questa curetta sta aiutandoci a ri introdurre nella alimentazione quotidiana l'uso di frutta e verdura. Per quanto riguarda mio marito, lui mangia anche altre cose, ma una bella tazza di zuppa non la disdegna neanche lui, e vista la stagione si riesce a fare con facilità.

marinella ha detto...

Cielo, si tratta di uno zuppone parecchio ricco, mio marito lo mangia volentieri, diciamo che per lui oltre alla zuppa e alle verdure do anche carne o altre proteine animali anche nelle giornate in cui a me sono vietate.

Ernestina ha detto...

Grazie! Senti, ti volevo chiedere...per variare, seguendo lo stesso principio (verdure cotte-niente olio e grassi) si può fare anche un passato di verdura classico, sostituendo il cavolo con altre verdure tipo le zucchine e gli spinaci? Funziona allo stesso modo?
Anch'io devo assolutamente dimagrire, sto già pensando all'estate :))
ciao!

marinella ha detto...

Erne, il cavolo e la cipolla sono quelli che agiscono maggiormente, chiaro che il gusto ne rimane influenzato, io ogni tanto vario tipo di cavolo, quello rosso è molto gradevole, ho anche provato con i brocoli, non l'ho solo fatto con il cavolfiore. Il cavoli sono anticancerogeni, comunque penso che se mantieni le cipolle e riduci il cavolo puoi anche inserire altre verdure così vari gli aromi. Magari non togliere del tutto l'olio per condire l'insalata, nel senso che l'olio di oliva extra vergine di ottima qualità se usato con misura ti fa anche bene, e in questo modo puoi fare con più tranquillità una settimana di dieta e una di regime controllato.

cielomiomarito ha detto...

Buongiorno Marinella! :) Stamattina sono andata al mercato e ho acquistato l'occorrente... La zuppa sta sobbollendo sul fuoco e tra un po' inizierà ufficialmente la mia prima dieta del cavolo ;) Oltre a ringraziarti per avermi stimolata a provare, ti sono anche molto grata perché grazie a te stamattina ho mandato a quel paese gli attacchi di panico e sono uscita di casa. Il sole caldo e il cielo blu mi hanno accompagnata in questa cosa tanto difficile quanto banale... Smack! :)

marinella ha detto...

Cielo, carissima, se hai voglia scrivimi in privato, per gli attacchi di panico forse possiamo fare qualche cosa, sovente si tratta solo di squilibri chimici.
Sei già stata molto brava ad uscire, e il sole aiuta molto. baci

laura ha detto...

Marinella,
sei fantastica!!!

marinella ha detto...

Grazie Laura, ma quale Laura sei? mia cugina? Baci

michela :-) ha detto...

ciao! interessantissima questa settimana depurativa!
ma dopo la settimana si torna a mangiare come prima? o bisogna avere qualche accorgimento in particolare? (solitamente non ho grossi stravizi, seguo una dieta abb equilibrata, ma ogni tanto sento proprio il bisogno di depurarmi un pò soprattutto quando arrivo al punto di non digerire nemmeno + le verdure ;-) )
grazie ancora!

marinella ha detto...

Michela, la settimana successiva occorre alimentarsi sopratutto di frutta, verdura e proteine cotte in modo semplice evitando di esagerare con i condimenti.
Tuttavia il fatto che tu, "mangiando in modo equilibrato" arrivi a non digerire nemmeno più le verdure non mi lascia perplessa, ho idea che dovresti parlare con un naturopata.