martedì 24 febbraio 2009

Acidosi Metabolica


Un commento al post precedente mi spinge a raccontarvi qualche cosa sul fenomeno dell'acidosi metabolica.


Si tratta di un fenomeno definito così in ambito naturopatico. Si riferisce ad uno stato di acidità dei nostri tessuti e del liquido nel quale nuotano le nostre cellule. Non è riferito al sangue, il quale dispone di un suo sistema tampone che gli garantisce un PH praticamente costante senza il quale la vita non è compatibile.


Le cause dell'acidosi sono moltissime, sono generalmente dovute a cause esterne, la nostra alimentazione, i farmaci, lo stress, la scarsa idratazione, la carenza di sonno... insomma tutto quello che interviene a turbare la nostra vita quotidiana. Va da se che è molto facile andare in acidosi e questa situazione se si prolunga troppo può finire col causare molti problemi.


Come ci si accorge di essere in acidosi

I sintomi sono vari e possono facilmente passare sotto silenzio, un naturopata è generalmente in grado di fare una valutazione obiettiva, per esempio guardando l'iride dove i segni sono molto evidenti. Ma ci sono anche altri indizi, uno di questi è la secchezza cutanea, intendo dire proprio quella situazione in cui quando ci si tolgono le calze e sembra che nevichi, o quando realizziamo che da un po' di tempo a questa parte la pelle "tira" con molta più facilità.

La pelle può dare anche altri segnali quali gli arrossamenti e le irritazioni, magari con prurito.

Quando ci sono questi sintomi le possibilità che ci sia acidosi sono parecchie.

Ci sono comunque anche dei sistemi per confermarlo, andando a misurare il PH delle urine con speciali cartine torna sole per vari giorni e quindi valutarne i risultati.

Cosa fare per contrastare la situazione

Occorre fare un bilancio dei fattori che provocano l'acidosi, cercando di capire quali sono le cose che si possono correggere e quelle che fatalmente non si possono modificare (per esempio cure farmacologiche per varie patologie) e si cerca quindi di agire sulle cose che si possono modificare.


L'alimentazione è una di quelle aree sulla quale si può lavorare parecchio, (cercando di ridurre le proteine animali ed aumentando sensibilmente l'uso di frutta e verdura tra le altre cose), inserire un qualche tipo di attività fisica, se si è sottoposti ad eccessivi stress, si può cercare di ovviare al problema con tecniche orientali come il Qi gong, il Tai chi, lo Yoga, o la Meditazione, che sono tutte molto utili per contrastare lo stress.

Ci sono poi degli integratori alimentari che ci possono aiutare a ridurre questa acidosi, ma è meglio che siano consigliati da un esperto che valuterà la situazione individuale per determinare il prodotto più adatto.

Quello che tutti possono sicuramente fare in autonomia è di integrare la propria alimentazione con tante verdure e inserire tutti i giorni dei centrifugati di mela e carota che sono ottimi per alcalinizzare. Naturalmente si tratta di una modifica di abitudini, non di un periodo, e i centrifugati in particolare vanno proseguiti per almeno un mesetto prima di controllare per vedere se la situazione sta migliorando. Comunque l'ideale e rivolgersi al proprio medico di famiglia o ad un esperto evitando il fai da se, soprattuto in fatto di integratori.

11 commenti:

annathenice ha detto...

Cara Marinella, grazie per questo tuo post, che ho trovato di estremo interesse.
A dire il vero mi sono riconosciuta in tutti i sintomi da te elencati, soptrattutto quelli della pelle secca (desquamazione, sensazione di secchezza estrema). Ma io mangio tanta verdura e tanta frutta. Mi sa che invece dovrò stare attenta alle proteine animali...
Grazie per i tuoi preziosi consigli.
Anna

marinella ha detto...

Cara Anna, il problema sovente è anche il modo in cui sono cucinate le verdure e soprattutto carne, insaccati,formaggi ecc...occorre variare molto, evitare di mettere 2 proteine animali nello stesso piatto, scartare praticamente totalmente gli insaccati e i salumi, evitare i latticini al massimo e privilegiare eventualmente il formaggio di capra, e anche in questo caso non oltre una volta a settimana, cercare di fare un'attività sportiva che ti aiuti a sudare per eliminare anche per via cutanea, bere almeno 1,5 litri di acqua, non superare 1 caffè al giorno,e per finire non usare il baby oil per idratarsi perchè si ottiene l'effetto opposto. in esterno meglio creme prive di derivati dal petrolio. baci

Luca and Sabrina ha detto...

Ne abbiamo sentito parlare spesso di acidosi. A volte la mia pelle, soprattutto quando bevo poco, e mi capita spesso purtroppo, specialmente in inverno, è parecchio secca, non arriva al punto della desquamazione, ma so bene che dovrei evitare di disidratarmi. Luca si arrabbia tantissimo, insiste sempre perchè beva tanto, mi trascuro quando lavoro tante ore al giorno e sono così presa che mi dimentico di bere e di mangiare. Ora mi sono rimessa in riga, mi porto al lavoro tisane e una bottiglia d'acqua, così non ho più scuse. Se dovessi consigliarmi una tisana, quale mi suggeriresti?
un abbraccio e da noi c'è un premio che ti aspetta, non importa se non lo pubblichi, per noi è importante solo che ti arrivi il pensiero, il fatto che il tuo mondo, il tuo blog è molto prezioso per noi!
Sabrina&Luca

marinella ha detto...

Sabrina sei proprio un tesoro, non hai idea di come io sia felice degli amici che mi sto facendo da quando mi dedico a questo blog. Il bello è proprio che non ci si conosce, ma alla fine ci si trova per affinità elettive, è veramente meraviglioso. Per quanto riguarda la tisana, puoi tranquillamente sceglierne una che ti piaccia, non ci sono grosse controindicazioni, meglio se ne trovi una che sia naturalmente dolce e che ti permetta di evitare lo zucchero, altro dramma della vita. Io spazio tra quelle che contengono carcadé e che sono fiorite e speziate a quella di verbena limonina (il suo nome è lippia citriodora anche conosciuta come erba cedrina o anche erba luigia)molto gradevole anche la melissa, menta verbena e quelle che contengono liquirizia che addolcisce. Comunque il miglior dolcificante naturale è la stevia (ma sa anche lei di liquirizia) evita i dolcificanti e il fruttosio non fanno bene per niente. Bacioni

Anice ha detto...

Ciao Marinella
Mi riconosco anche io in tutti i sintomi da te elencati,ho un problema di pelle secca sopratutto mani,gambe,sopraciglia.
Per quanto riguarda le mani lo attribuisco in realtà ai saponi e al fatto che ho la mania di lavarle troppo spesso.
Tuttavia seguo uno stile alimentare quasi vegetariano (se questa definizione può avere senso).
Dubito che il problema nel mio caso siano le proteine animali...carne e pesce in qualunque forma appaiono nella mia alimentazione raramente (meno di una volta al mese).
Non mangio giornalmente nemmeno latticini e sto attenta anche alle uova, non bevo caffè...
Cosa intendi con modo in cui sono cucinate le verdure?Quali sarebbero controindicati?
Ho notato che con le creme oleose, tipo i doposole la situazione migliora.
Forse dovrei bere più acqua, ma normalmente supero il litro al dì...
Il problema stranamente migliora in estate...
CMQ ho constatato che l'aria almeno per me quì a TO è molto secca, forse nonostante siano trascorsi 2 anni non mi sono ancora abituata.
Credo che comprerò la centrifuga, l'idea dei centrifugati mi è venuta da tempo e se tu dici poi che può aiutare mi invogli ancora di più...
Ciao ciao

marinella ha detto...

Anice, se segui un'alimenazione quasi vegetariana, mi vengono in mente 3 cose, la prima : quali sono le cose non vegetariane che consumi? la seconda per caso fai uso di salumi? la terza forse la pelle secca dipende da qualche carenza alimentare. In tutti questi casi sarebbe interessante indagare sulle tue abitudini sia alimentari che non, per cercare di capire quello che manca o che è da correggere, non è certo normale avere la pelle così secca. Nota che io predico bene e razzolo male, ma che vuoi ormai è deformazione professionale.
Valuta magari di farti vedere da un buon naturopata e mi raccomando evita di idratarti con il baby oil.
Per l'acidosi, comunque i centrifugati sono un tocca sana perchè si riesce ad assumere parecchia frutta e verdura in poco spazio. cercane una con il serbatoio per le bucce separato sono più comode. Ciao se hai bisogno sono a disposizione.

Astra ha detto...

interessante,rispecchia anche il discorso dell'acidosi del sangue, che comunque è influenzata negativamente dalle proteine animali!
il discorso dell'iridologia mi coinvolge parecchio!
come sai la naturopatia è uno dei miei sogni nel cassetto, un corso che anch'io vorrei frequentare!
Non ricordo se mi avevi già detto che scuola frequenti tu e cosa ne pensi!
Se ti va mi mandi un'e mail?ho tante curiosità da chiederti!!
ciao

Anice ha detto...

Marinella grazie mille per i tuoi consigli!!!
La situazione comunque sta migliorando, credo che il gran freddo di questo inverno abbia fatto la sua parte almeno per quanto riguarda mani e viso.
Normalmente evito carne e pesce, quindi non mangio salumi, nemmeno dentro un panino.
Sul pesce sono meno restrittiva rispetto alla carne, ma lo consumo cmq di rado.
Consumando fuori casa 5 pranzi a settimana purtroppo controllo fino a un certo punto ciò che mangio però.
La mia alimentazione quotidiana è basata su cereali, verdure e legumi.
Qualche volta uova o formaggi, ma non quotidianamente, ho perso l'abitudine anche di bere latte.
Ho notato comunque che sto mangiando poca frutta, e poche verdure crude, in questo senso l'idea dei centrifugati potrebbe aiutarmi.
Ho ordinato anche la centrifuga!
Non uso il baby oil, ho intenzione di usare l'olio di mandorle sperando che
mi dia risultati...
Grazie ancora :-D

Altair ha detto...

Sono un medico,precisamente un anestesista.E leggere certe cose su di una sindrome così importante come l'acidosi metabolica (che è un fenomeno grave,dovuto a fattori come la diarrea cronica,il diabete,la chetoacidosi iperglicemica e varie intossicazioni da farmaci) la quale può anche esitare in uno stato di coma,mi pare davvero puerile.Per prima cosa una persona in buona salute ha un range molto ristretto di pH,e i rimedi di questo post sono del tutto inutili.In secondo luogo lo scatenarsi di un acidosi metabolica da disturbi di ritmo cardiaco,di frequenza respiratoria e di coscienza. Sarebbe meglio informarsi da chi è competente su queste cose piuttosto che scrivere banalità new age.

Anonimo ha detto...

il medico ha ragione.una cattiva informazione potrebbe dare problemi gravissimi.si è così,si rischia il coma.ve lo dice chi lo ha avuto questo problema.non scherate signori.

marinella ha detto...

Grazie per questo tuo commento,Anonimo, quello che forse è sfuggito sia al Medico che a te, è che questo articolo si riferisce all'acidosi metabolica dal punto di vista naturopatico, come scritto all'inzio del post. Non si tratta dell'acidosi conclamata dal punto di vista medico, che è una cosa che va ben oltre le indicazioni di un naturopata, e che non è neanche di sua competenza, sarebbe abuso di professione medica. grazie di essere passato